Danny Design, grafica e web design





Inserisci il tuo codice
contatore al posto di questa immagine!

 



Cronologia comunicati

prima stagione in B

   

 

 

 

divisorio

E' FATTA !!!

(pubblicato martedì 5 giugno 2007)

 

La storia continua....

Al fischio finale
dell'arbitro la gioia di una città intera
è esplosa nell'entusiasmo e nella gioia
per l'impresa portata con successo al
traguardo finale da Mister Iaconi e dai
suoi ragazzi.
Il risultato ottenuto contro l'Albinoleffe,
seppur decisivo, passa in secondo piano
di fronte all'impresa di un anno intero
culminata con i due goals di Lodi,
capocannoniere con 11 reti , e Castillo.


In questi momenti scorrono davanti agli
occhi le imprese , le amarezze , la
felicità e la rabbia che si sono vissute
alternativamente in questi nove mesi di
campionato . Il grande girone di andata
è stato sicuramente determinante per la
salvezza finale del Frosinone, così come
la reazione nel finale della stagione
quando i gialloblù si sono trovati
invischiati nella lotta per i play-out,
uscendone con due vittorie consecutive
che dimostrano il grande carattere e la
voglia di raggiungere la meta prefissata

ad inizio stagione.


La grande festa al termine della partita
con l'Albinoleffe  ha visto i giocatori fare
il giro di campo per salutare i propri
supporters, una vera folla scatenata
nel ringraziare certo i calciatori, ma
anche il Cavalier Benito Stirpe,
presente allo stadio e che festeggiava
il suo 84° compleanno , come anche
tutti coloro i quali hanno contribuito a
questo grande successo di “squadra”.
Dall’intera vicenda esce infatti
rafforzato il binomio tra  “squadra” e
“città” che ora dovrà, attraverso i suoi
nuovi amministratori , mantenere le
promesse e dare alla  società canarina
e ai suoi tifosi, uno stadio degno di
questo nome
ed ogni altro necessario
supporto. (anche alla luce della grande
impresa della Prima Veroli, che ieri è
stata promossa in seria A2 di basket).


Il binomio Stirpe-Zeppieri si sta
rivelando vincente su tutta la linea e
adesso anche in questi momenti di
festa i dirigenti dovranno programmare
il futuro , ma è chiaro a tutti che lo
stadio è la premessa per avere
investimenti importanti da parte della
società. Sta dunque al neo- sindaco
Marini dimostrare che la sua parola
è una sola, e quando ha detto che
il suo primo atto sarà quello di
deliberare l'avvio dei lavori al
Casaleno , diceva la verità.

FORZA FROSINONE.

 

(R.S.)

divisorio

Non DIMENTICHIAMO l'assurda morte di RACITI !

 

 

divisorio

VICINI alla META

(pubblicato martedì 29 maggio 2007)

 

Ci siamo! I prossimi novanta minuti saranno ,
con tutta probabilità, quelli decisivi per scrivere
un'altra pagina storica per il calcio Frusinate.
La sofferta, ma meritata, vittoria di Crotone ha
lanciato i ragazzi di Iaconi verso il traguardo
agognato sin dall'inizio della stagione.
La paura iniziale dopo il gol del Crotone è
svanita con i due magnifici colpi di testa di
Bocchetti ed il magistrale contropiede di Dedic e,
alla fine, è stata festa pur mantenendo i piedi
per terra perché manca ancora l'ultimo sforzo
prima di poter gridare tutta la nostra gioia.
La dinamica della classifica del torneo
di serie B vede ora i Canarini in posizione
migliore di parecchie altre compagini e con la
possibilità di avere, domenica prossima, il
match-point in casa contro l' Albinoleffe di
Mondonico, che oramai non ha più nulla da
chiedere a questo campionato.
E' una grande occasione che il Frosinone
certamente non si farà sfuggire e, come al
solito, la città risponderà in maniera maiuscola
all'appello, riempiendo il Matusa per dare la
carica e far sentire il suo affetto ai giocatori, e
per spingerli al risultato che tanto è atteso
da tutta la tifoseria.

Novanta minuti decisivi per festeggiare, ma
anche per pianificare il futuro di una società
e di una squadra che vogliono crescere,
nonostante gli intoppi che vengono dai
ritardi della politica , ma soprattutto novanta
minuti decisivi per regalare la gioia definitiva agli
sportivi di Frosinone.  Tutta la città  ha
partecipato con amore e sofferenza a questa
lunga galoppata durata nove mesi ed ora che
siamo vicini al traguardo, tutti insieme
facciamo l'ultimo sforzo per raggiungere la meta.

 

FORZA FROSINONE.

 

(R.S.)

divisorio

Non DIMENTICHIAMO l'assurda morte di RACITI !

NON AMA IL CALCIO chi NON AMA LA VITA !

 

 

 

divisorio

NON MOLLARE !

(pubblicato mercoledì 23 maggio 2007)

 

Oramai è sicuro, soffriremo fino alla fine.
Il pareggio interno di sabato contro il Treviso, al
termine di un incontro che ha visto il Frosinone
nel primo tempo giocare francamente in
maniera improponibile, per poi fare un buon
secondo tempo, ha condannato la squadra e
noi tifosi ad una volata finale per la salvezza
che speravamo di evitare.
La grandissima occasione avuta da Castillo
sull'uno a zero per i canarini, poteva essere il
match-point
non solo della partita, ma anche
dell'intera stagione che ha visto i gialloblù
protagonisti, nel bene e nel male, di grandi
imprese, ma anche di prove “sconcertanti”.


Adesso ci attendono tre partite che sono
altrettante finali.
Il Frosinone non può più
permettersi errori e cali di concentrazione
come quelli visti nelle ultime settimane, e che
ci costringono ora a questo finale al
cardiopalma.
C'è bisogno che, in primis l'allenatore, e poi i
giocatori, credano veramente nei loro mezzi
e sabato, a Crotone, giochino in modo esclusivo
e deciso, per i tre punti.
Sarebbe pericolosis-
simo e “imperdonabile”, andare in Calabria
per cercare un pari che non risolverebbe i
problemi di classifica in maniera definitiva.
Perciò è il momento in cui tutti dobbiamo
essere vicini alla società e alla squadra, e
rinviare critiche e polemiche al termine della
stagione.


Non bisogna perdere l'occasione di rimanere
nel calcio che conta. C’è paura in città per la
minaccia che incombe sul sogno di chi vuole
rimanere sotto le luci della ribalta della serie B,
così come è apparso pienamente possibile
nel lungo periodo iniziale di questa che è, e che
resterà comunque, una indimenticabile stagione
di sport.


In conclusione tutti coloro che hanno a cuore
i colori gialloblù,  devono fare quadrato intorno
ai nostri eroi e stringere i denti fino al 10 giugno.
Sarà allora che festeggeremo società e squadra
come meriteranno , perchè siamo certi che
anche la favola del Frosinone sarà a lieto fine.

 

FORZA FROSINONE.

 

(R.S.)

divisorio

Non DIMENTICHIAMO l'assurda morte di RACITI !

NON AMA IL CALCIO chi NON AMA LA VITA !

 

 

divisorio

UN PASSO in AVANTI

(pubblicato martedìì 15 maggio 2007)

 

La classifica si è mossa , ed è quello che conta più di
ogni altra cosa in questa che è la fase cruciale
del campionato, ma le modalità del pareggio di
Verona lasciano l'amaro in bocca. Abbiamo visto
un'ottima prova del Frosinone vanificata da un paio
di errori arbitrali gravi e per alcuni versi incomprensibili
perchè, ci chiediamo, come è possibile non fischiare
un rigore nettissimo come quello che nel secondo
tempo ha visto un difensore del Verona praticamente
giocare a pallavolo invece che a calcio
.


E' stata veramente un'occasione persa perchè il
Frosinone ha disputato una prova piena di grinta che
l'ha vista rimontare lo svantaggio iniziale con un
magistrale uno-due firmato dalla coppia Di Nardo
Margiotta, e solamente una sfortunata deviazione
ha consentito al Verona di raggiungere il pareggio.
Vogliamo sottolineare questo aspetto per porre in
risalto la spettacolare partita di Chiodini che in un
pomeriggio di grazia ha compiuto almeno cinque
interventi decisivi dimostrando così di meritare la
promozione nel ruolo di titolare tra i pali .


Comunque tutta la squadra ha dimostrato di
essere in un momento di buona forma che è
fondamentale per la volata finale che attende i
canarini per le prossime quattro partite. La distanza
con la quart'ultima è rimasta invariata e sabato
contro il Treviso il Frosinone ha la possibilità reale
di compiere un passo decisivo e quasi finale per
raggiungere l'obiettivo della salvezza.


Siamo certi che in questa settimana l'allenatore
saprà motivare al massimo i suoi ragazzi
e sceglierà
gli undici migliori possibili per centrare i tre punti che,
non'è retorica, questa volta valgono
veramente doppio
.

 

FORZA FROSINONE.

 

(R.S.)

divisorio

Non DIMENTICHIAMO l'assurda morte di RACITI !

NON AMA IL CALCIO chi NON AMA LA VITA !

 

 

 

divisorio

QUI' COMINCIA L'AVVENTURA !

(pubblicato martedìì 8 maggio 2007)

 

Ora è il momento in cui bisogna serrare i ranghi,
stringere i denti e mettere in campo tutte le
energie che ancora si hanno nelle gambe.
E' finito il ciclo terribile ma certamente ora ci
attendono gli scontri diretti contro le squadre
che lottano con i canarini per salvarsi.


Vogliamo archiviare la partita contro il Genoa
con pacatezza, perchè se è vero che il Genoa
è la squadra più forte vista al Matusa
, è altresì
esatto dire che una formazione così forte non
ha bisogno di aiuti arbitrali così clamorosi come
quelli che ha avuto sabato da parte del signor
Pantana. Per onestà si deve dire anche che il
Frosinone ha fatto un passo indietro sul piano
del gioco rispetto alle altre due supersfide
contro Napoli e Juve, ma ci piace pensare
positivamente e siamo sicuri che allenatore
e giocatori sono già concentrati sulle ultime
5 sfide che si giocheranno da quì alla fine
del torneo. Il vantaggio in classifica sulla
quart'ultima si è ridotto a soli 4 punti, proprio
sul Verona che andremo ad incontrare
sabato in quello che si profila come un
autentico spareggio al Bentegodi.


Sarà una settimana intensissima e
importantissima per ritrovare il morale e le
forze adeguate per giocare quella che si
prevede sarà una partita forse decisiva per
il futuro. Atmosfera febbrile per organizzare
la trasferta nella città scaligera e sicuramente
il seguito di supporters a Verona sarà
adeguato all'importanza della partita perché
i ragazzi avranno bisogno del sostegno e
dell'incitamento dei loro tifosi per portare a
casa quello che potrebbe essere il risultato
più importante dell'anno.

 

FORZA FROSINONE.

 

(R.S.)

divisorio

Non DIMENTICHIAMO l'assurda morte di RACITI !

NON AMA IL CALCIO chi NON AMA LA VITA !

 

 

 

divisorio

PECCATO !!

(pubblicato gioved ì 3 maggio 2007)

 

Per la seconda volta quest'anno il Frosinone
ha giocato alla pari con la Juventus, ma per
la seconda volta un'uscita avventata del suo
portiere, che peraltro è stato perfetto in tutte
le altre occasioni
in cui è stato chiamato in
causa, ha condannato i canarini alla sconfitta.

E' stata comunque una magnifica giornata di
sport che sarà ricordata dagli sportivi frusinati
come una delle più memorabili mai vissute nel
capoluogo
. Il Frosinone ha giocato alla pari
dei più blasonati avversari supplendo alla
differenza di classe con l'orgoglio e la grinta
che contraddistingue la squadra ciociara.
La prova di D'antoni e Perra a centrocampo
è stata maiuscola, ma tutta la compagine
gialloblù ha dato il 101% per provare a portare
a casa un risultato positivo
.

Ora bisogna archiviare in fretta l'evento Juve
perchè è in arrivo la terza grande del
campionato, il Genoa, e il Frosinone ha
bisogno di punti e dovrà fare una grande
prova per fermare la lanciatissima compagine
genovese. La classifica diventa ogni settimana
più preoccupante e proprio per questo il
Frosinone in un momento così difficile deve
dimostrare tutta la sua voglia di lottare per
raggiungere la mèta il più presto possibile.
Certamente ci vorrà una capacità di gestione
del gruppo perfetta e una serie di decisioni
tecniche
che dovranno rivelarsi vincenti e
decisive perchè non si può più sbagliare.
Siamo certi, comunque,  che Ivo Iaconi negli
ultimi sei turni di campionato saprà valutare
attentamente, partita per partita, tutti gli aspetti
tecnici e manderà sempre in campo la formazione
migliore. Anche se tali scelte dovessero
rivelarsi impopolari e dolorose per qualche
giocatore, ora è il momento in cui bisogna
battersi veramente come LEONI. In campo
deve scendere sempre chi non tira indietro
la gamba, e ha la voglia di soffrire e lottare
per i colori gialloblù.

 

FORZA FROSINONE.

 

(R.S.)

divisorio

Non DIMENTICHIAMO l'assurda morte di RACITI !

NON AMA IL CALCIO chi NON AMA LA VITA !

 

 

divisorio

APPUNTAMENTO con LA STORIA

(pubblicato luned ì 30 aprile 2007)

 

Gli avvenimenti si susseguono. Non è ancora
archiviata l'incredibile sconfitta di Brescia, che
già si respira l'aria dell'evento che da inizio
campionato monopolizza l'attesa degli sportivi
ciociari
. La delusione per l'incredibile sconfitta
di sabato 28 aprile dovrà essere superata con
una prova maiuscola anche perché, improv-
visamente, la situazione di classifica si è fatta
complicata oltre ogni previsione. Ci sarà da
lottare fino al termine del torneo
, sperando di
non commettere più errori determinanti come
quello di Zappino nel secondo tempo di Brescia

Ora ci attendono due partite consecutive di
enorme fascino, ma anche di estrema difficoltà,
contro quelle che reputiamo essere le due
migliori formazioni del campionato di serie B:
Juventus e Genoa
. L'attesa in città è palpabile, la
ricerca di un biglietto per lo storico incontro del
primo maggio è frenetica, e ci vorrebbe uno
Stadio con una capienza almeno doppia per
contenere tutta la gente che vorrebbe assistere
al match.
Purtroppo è inutile spendere parole su questo
problema che da anni viene risolto solamente a
“chiacchiere” dai politici, e conviene concentrarci
 su quella che speriamo sia una magnifica
giornata di sport
, ma che veda questa volta al
novantesimo minuto i nostri colori gialloblù
tionfare o comunque uscire a  testa alta dal
confronto con l'avversario più blasonato del
campionato.

Se appartiene alla “storia” l’incontro tra queste
due squadre, che uno strano “destino” ha
reso possibile per una improbabile e rara
confluenza tra la serie A e la serie C, quanto
più lascerebbe il graffio nella “storia” un
eventuale trionfo dei “canarini” ?

Le aspettative dei tifosi ciociari sono grandi,
almeno quanto la genuina passione che fa’
dei  loro cuori generosi , dei veri “cuori di
leone” !

 

FORZA FROSINONE.

 

(R.S.)

divisorio

Non DIMENTICHIAMO l'assurda morte di RACITI !

NON AMA IL CALCIO chi NON AMA LA VITA !

 

 

divisorio

MERITAVAMO DI PIU'

(pubblicato martedì 24 aprile 2007)

 

E' stato un sabato sicuramente poco
felice per la nostra squadra del cuore,
che si è vista ingiustamente sconfig-
gere dal Napoli grazie ad una serie di
circostanze “ imprevedibili”.
Se c'era una squadra che meritava
la vittoria o quantomeno il pareggio
,
quella era proprio la compagine ca-
narina
che, dopo un primo tempo
ordinato nel quale aveva annullato i
partenopei, era passata meritatamen-
te in vantaggio grazie al terzo gol di
Josè Ignacio Castillo
.

E' a questo punto che l'arbitro è
diventato il protagonista
della
giornata e,  non solo non ha sanzionato
un netto fallo
a centrocampo ma,
con il giocatore del Frosinone a
terra,  non ha fermato
il gioco
per consentire i soccorsi,
permettendo così ai napoletani di
pareggiare una partita che per loro
si era messa malissimo
.

In seguito  la sfortuna, ma anche
l'indubbia bravura di Trotta hanno
fatto il resto.
Il risultato, purtroppo bugiardo
con i canarini, non ha impedito loro
di uscire dal campo tra gli applausi della
tifoseria nostrana.  Ad essa va’ tutto
il merito per  i novanta minuti di sostegno
senza sosta e, cosa assai importante,
senza cadere nelle provocazioni di
alcuni “ tifosi” napoletani presenti in
tribuna.
 
Adesso con la consueta
bravura Mister Iaconi, dovrà riportare
la fiducia e la concentrazione nello
spogliatoio,  perchè la trasferta di
Brescia sia positiva e porti un
risultato utile alla classifica.

 

FORZA FROSINONE.

 

(R.S.)

divisorio

Non DIMENTICHIAMO l'assurda morte di RACITI !

 

 

 

divisorio

NUOVO TURNO POSITIVO

(pubblicato domenica 8 aprile 2007)

 

E' stata una giornata positiva per i colori
Gialloblù. L'ottimo pari al San Nicola
di Bari, e i risultati delle dirette concorrenti,
 fanno in modo che la classifica del
 Frosinone sia tornata ad essere
soddisfacente e tranquillizante. Essere a 38
punti con 9 di vantaggio sulla quart'ultima
,
può sicuramente far pensare al futuro del
campionato con l'ottimismo che era
svanito prima della grande prova in
casa contro il Cesena, e possiamo
dire che la crisi di gioco e risultati
è definitivamente superata.


Infatti anche ieri contro il Bari la
squadra ha giocato un'ottima partita,
facendo vedere che ha oramai
ritrovato il dinamismo di un tempo
e l'organizzazione di gioco che
avevano caratterizzato il campionato
del Frosinone . Inoltre va’ riconosciuto
che le scelte di Iaconi si stanno
rivelando azzeccate anche a dispetto
dei più critici
.

La fiducia data a Castillo nelle ultime
 settimane sta’  pagando, così come
il ritorno a centrocampo di Massimo
Perra, che anche a Bari è stato
gigantesco, ma che purtroppo non sarà
presente sabato nella difficilissima
trasferta di Mantova.
Questa volta vogliamo segnalare il gran
lavoro del centrocampo canarino
che
ha sovrastato quello pugliese, e ha condotto
il match nella maniera che voleva il Frosinone
che, probabilmente, se avesse spinto un po'
di più sull'acceleratore avrebbe
riportato da Bari i tre punti
.


Ora si va a Mantova con una tranquillità
che potrà consentire ai nostri ragazzi di
esprimersi al meglio, e di giocarsela alla
pari con una delle migliori formazioni
della serie B.

FORZA FROSINONE.

 

(R.S.)

divisorio

Non DIMENTICHIAMO l'assurda morte di RACITI !

 

 

divisorio

SCONFITTI con ONORE

(pubblicato martedì 27 marzo 2007)

 

Anche se alla fine il risultato è stato negativo,
e la classifica di conseguenza non si è mossa,
possiamo dire che dopo una lunga serie di partite
negative, finalmente, al Dall'Ara di Bologna,
abbiamo rivisto il Frosinone che noi tutti vogliamo.

I ragazzi di Mister Iaconi hanno messo
sul campo tutta la loro voglia di lasciarsi alle
spalle
il brutto periodo di campionato e con esso
tutte le critiche , peraltro giustificate, che
nelle ultime settimane li aveva visti bersaglio
di tifoseria e media . Purtroppo il solito errore
difensivo , che sta’ diventando una costante
soprattutto nei primi minuti delle partite, ha
vanificato la miglior gara degli ultimi mesi, e che
avrebbe visto sicuramente il pareggio come risultato
meritato dal Frosinone . La reazione canarina è stata
veemente e, specialmente nel secondo tempo,
i gialloblù hanno costretto sulla difensiva la squadra
di Ulivieri che, soprattutto negli ultimi venti minuti,
abbiamo visto in difficoltà. Solamente due
grandi parate di Antonioli hanno impedito al
Frosinone di raggiungere meritatamente il pareggio

contro una delle migliori formazioni del torneo cadetto.

Certamente non dobbiamo pensare che la
crisi sia passata , basta vedere la classifica che si
è pericolosamente accorciata, ma domenica sera si
sono visti i prodromi di una ripresa di brillantezza
atletica in molti giocatori ed una grinta che non
vedevamo da tempo soprattutto in trasferta.
Rimane ancora da risolvere il problema del gol che
manca da oltre 500 minuti , ma che siamo certi,
già da sabato al Matusa contro il Cesena, sarà
risolto con una prova convincente e utile a
chiudere definitivamente questo momentaccio che
rischia di appannare o compromettere un intero
campionato . Ci sono sicuramente le possibilità
dal punto di vista tecnico per uscire da questa
situazione, ma bisognerà farlo in fretta e con
continuità di risultati
, per non rimanere impantanati
nella lotta per la salvezza. In questo momento di
difficoltà quindi, tutti quanti , nessuno escluso,
dobbiamo stringerci intorno ai nostri ragazzi e far
sentire loro l'affetto e lo sprone della tifoseria e
 della città, per portare a termine con onore il primo
campionato in serie B (che speriamo primo di
 una lunga serie !), in modo da incidere i loro nomi
 nell’albo della  storia cittadina, e del calcio italiano.

FORZA FROSINONE.

 

(R.S.)

divisorio

 

 

 

divisorio

ORA BASTA !

(ovvero: FROSINONE se ci sei batti un colpo !)

(pubblicato lunedì 19 marzo 2007)

 

Non vorremmo parlare di crisi.
Preferiremmo limitarci a far cenno a una semplice
“serie negativa”, magari appellarci a un po’ di “sfortuna”,
ma l'attuale situazione del Frosinone ci pare troppo vicina al
punto critico .
L'ennesima prova incolore in trasferta ha messo in
risalto alcuni punti deboli che, purtroppo, sono ormai
diventati certezze.


La sterilità offensiva appare preoccupante se pensiamo che
Il Frosinone non và più in gol dal primo tempo dell'incontro
giocato a La Spezia.
La difesa , che era un punto fermo dell'equipe di Iaconi, fa
acqua da tutte le parti,  rendendo praticamente impossibile
portare a casa un risultato positivo.
Il centrocampo, viene regolarmente travolto da quello
avversario
.


Non sappiamo se tutto ciò è causato da un momento di
scarsa freschezza atletica o dalle assenze, pesantissima
quella di Fialdini , o dai continui cambiamenti di modulo e
di formazione che fanno pensare a un momento di
confusione tecnica. Certo è che per onore della verità, per
rispetto alla tifoseria e agli sforzi della dirigenza, è giusto
sottolineare che la situazione di classifica è tale da non
consentire più di dormire sugli allori del fantastico girone
d'andata. E’  il momento che tecnico e giocatori diano a
tutti un chiaro e tranquillizzante segnale sulla loro volontà
ed il loro impegno ad arrivare all'obiettivo della salvezza
senza dover rischiare più di tanto.


Già da domenica sera a Bologna vogliamo rivedere il
Frosinone compatto, sicuro di se’,  che sciorina il suo
gioco con scioltezza ed efficacia come ha fatto fino a
qualche settimana fa’. Il calendario è tale che non si può
più perdere terreno in classifica. Occorre tornare a fare
risultati positivi immediatamente ma, soprattutto, vogliamo
rivedere nel volto dei giocatori quella voglia e quella grinta
che purtroppo da un po' di tempo, e dispiace dirlo, non fa’
più parte del corredo dei nostri campioni.



FORZA FROSINONE.

 

(R.S.)

divisorio

Non DIMENTICHIAMO l'assurda morte di RACITI !

 

 

 

divisorio

COSI' NON VA'

(pubblicato lunedì 14 marzo 2007)

CONFUSIONE, questo è il termine esatto per descrivere
l'attuale momento tecnico-tattico della formazione guidata
da Ivo Iaconi. Il pareggio casalingo contro il Pescara è forse
il punto peggiore toccato dalla squadra sino a questo
momento, con un primo tempo letteralmente inguardabile
e una ripresa appena, appena accettabile dopo che il
tecnico aveva eseguito gli aggiustamenti necessari ,
leggasi cambi , per provare a vincere una partita
fondamentale per il campionato canarino.

E' proprio questo regalare agli avversari un tempo intero,
facendo scendere in campo una formazione che sugli spalti
del Matusa aveva lasciato perplessi tutti, che fa pensare che
c'è una certa confusione nella conduzione della squadra,
perchè non è possibile che contro la compagine ultima in
classifica e con la peggior difesa del campionato, si faccia
il primo tiro in porta dopo un'ora di gioco
e solo dopo
l ' ingresso in campo di Dedic , lasciato inspiegabilmente
in panchina all'inizio, al pari di Di Deo.
Ci sono giocatori che hanno tirato la carretta fino ad ora
che sono in evidente crisi ed avrebbero bisogno di riposo,
e ci sono giocatori poco utilizzati che in questo momento
potrebbero essere molto utili alla causa canarina, come ha
dimostrato Lacrimini dopo il suo ingresso in campo.
Speriamo che Mister Iaconi , dall'alto della sua esperienza ,
colga questa difficoltà, che è evidente in questo momento
del campionato, e sappia trovare i correttivi giusti per
superare i prossimi ostacoli sul cammino del Frosinone.

Il calendario non ci è amico perchè abbiamo due trasferte
impegnative a Piacenza e Bologna
ma forse ,
per ritrovare la carica giusta, i gialloblù hanno
bisogno di stimoli forti che solo squadre di alta classifica
possono dare.

Stringiamoci, quindi, intorno ai nostri campioni che
stanno vivendo il momento più difficile di questo torneo
ed hanno bisogno, ora più che mai, del sostegno dei loro
tifosi.


FORZA FROSINONE.

 

(R.S.)

 

 

divisorio

SU' LA TESTA

(pubblicato lunedì 12 marzo 2007)

 

E' necessario rialzare subito la testa, dimenticare in fretta
la disfatta di Lecce, e riprendere il cammino verso una
salvezza tranquilla, che è l'obbiettivo primario da centrare.
Il pomeriggio di Lecce deve essere un episodio sul quale
meditare, ma che pure deve essere metabolizzato in
fretta e superato, perchè gli eventi si susseguono rapidi,
e già martedì al Matusa arriva il Pescara, per un match
che è di fondamentale importanza per riprendere il
cammino
interrotto dalle due ultime brucianti sconfitte,
patite contro il Vicenza e ad opera dei salentini.


Certo , ci sono degli aspetti preoccupanti in questa
involuzione che da un po' di tempo non permette più al
Frosinone di ottenere il suo gioco, e di conseguenza i
risultati che tutti , dalla dirigenza alla tifoseria, si aspettano
dagli uomini di Iaconi.


Dal canto nostro abbiamo potuto osservare come ci siano
giocatori palesemente affaticati , ed anche alcune
scelte tecniche che francamente lasciano perplessi, ma
questo è il momento in cui bisogna serrare le fila e rialzare
la testa per tornare subito alla vittoria . Ci aspettiamo che
già martedì , contro il Pescara , i gialloblù tornino ad una
convincente vittoria che a questo punto è fondamentale
per proseguire il campionato in serenità , pertanto ancora
una volta dobbiamo stringerci intorno ai nostri ragazzi
con l'affetto e la carica giusta per aiutarli ed aiutarci a
dimenticare il disastro di Lecce, e correre ancora avanti
alla ricerca dell'obiettivo che società , squadra e
tifosi si erano posti ad inizio stagione.
FORZA FROSINONE.

 

(R.S.)

divisorio

Non DIMENTICHIAMO l'assurda morte di RACITI !

 

 

divisorio

BRUSCO STOP

(pubblicato lunedì 5 marzo 2007)

 

Dopo sette risultati utili consecutivi, quando meno ce lo aspettavamo, è arrivata
una sconfittacasalinga, in parte meritata. Ciò dimostra quanto il campionato
cadetto sia imprevedibile e come possa talvolta riservare esiti sorprendenti,
anche laddove il risultato poteva a priori apparire scontato.
Il calcio è fatto di episodi simili tra loro, ma pur sempre unici ed irreppetibili e,
sicuramente, la grandissima parata di Zancopè sulla
punizione di Lodi ha condizionato pesantemente l'esito finale del match
.
Esprimendoci così non vogliamo certo togliere dei meriti alla squadra
di Grecucci, che ha poi saputo meritare la vittoria, ma solo ribadire
che il risultato finale avrebbe anche potuto essere diverso. E' stato sicuramente
un pomeriggio sfortunato per la difesa del Frosinone, sin qui lodata per la sua
grande efficacia e che siamo sicuri non si ripeterà più perchè una prova così
negativa da parte di un intero reparto , nessuno escluso,raramente si verifica .
Una piccola critica la vogliamo muovere anche al piano tattico dell'incontro
perchè siamo convinti che, nelle partite casalinghe, giocare con una sola punta
non sia il modo migliore per portare a casa la vittoria, e lo ha dimostrato il secondo
tempo in cui la vivacità e la grinta di Di Nardo hanno spesso messo in difficoltà
il Vicenza.Questa volta vogliamo segnalare la prova di Francesco Lodi che ,
dopo un periodo difficile ha disputato un ottimo incontro da
vero leader facendo ben sperare per le prossime partite. Un'altra menzione,
invece, và a D'Antoni la cui importanza per il centrocampo canarino la si nota
soprattutto nelle partite in cui è assente. Ora ci attendono due partite in tre giorni ,
sabato a Lecce e martedì in casa con il Pescara, bisogna rialzare subito
la testa e fare punti in entrambe per dimenticare lo scivolone casalingo
e ritrovare subito lo slancio per la volata finale del campionato.

(R.S.)

 

divisorio

CENTO per CENTO GRINTA

(pubblicato martedì 27 febbraio 2007)

Un altro tassello nella costruzione dell'opera che il Frosinone sta' realizzando nel suo campionato, è stato messo a punto nella difficile trasferta di La Spezia, con una prova di carattere e grinta che va sottolineata. Infatti dopo il gol del vantaggio realizzato da Di Deo con un magnifico colpo di testa, la squadra ha saputo tenere il campo con ottima organizzazione di gioco, un gran pressing a centrocampo, e una voglia di portare a casa il risultato positivo, che alla fine premiano i ragazzi di Iaconi con l'ennesimo risultato utile. Il gol di Guidetti che ha dato il pari ai liguri non sminuisce la partita dei gialloblù che, un volta subito il pari, hanno provato di nuovo a fare loro
l'incontro. Solo una grande parata di Santoni, su splendida girata di Massimo Margiotta, ha impedito al Frosinone di tornare a casa con i tre punti. Una nota di merito questa volta la vogliamo dare al trio di centrocampo formato da Perra, Di Deo e D'antoni autori di una prova da sottolineare per la qualità e l'agonismo espressi. Ora, con una classifica che vede i canarini in decima posizione a cinque punti dalla zona playoff, e con un margine di sicurezza tranquillizante sulle zone basse di classifica, attendiamo con fiducia la gara di sabato con il Vicenza che è
certamente una delle formazioni più in forma del momento. Ci attendiamo quindi un'ottima settimana di allenamenti per avere in campo sabato, al Matusa, una squadra che ancora una volta esalti il suo pubblico con una grande prova.

 

(R.S.)

divisorio

Non DIMENTICHIAMO l'assurda morte di RACITI !

 

 

divisorio

SENZA INFAMIA NE' LODE

(pubblicato lunedì 12 febbraio 2007)

 


Proprio così, il pareggio di Arezzo è stato il risultato minimo ottenuto con uno sforzo minimo. Una partita non certo esaltante che però consente al Frosinone di mantenere l'ottima posizione di classifica in tutta tranquillità. Certamente noi tifosi ci saremmo aspettati, contro la squadra ultima in classifica, ben altra prova, soprattutto nella fase offensiva sotto forma di occasioni da rete che in verità non si sono viste nell'arco dei novanta minuti. Ma alla sterilità offensiva ha fatto da contraltare l'ennesima grande prova della difesa di mister Iaconi, e la solidità del centrocampo che, quando il neo acquisto Di Deo si sarà inserito completamente negli schemi della squadra ,diventerà ancor più forte, e speriamo più propositivo per le punte, che troppo spesso sono isolate in attacco e vengono cercate solamente con lanci lunghi.Una menzione particolare va per il centrale difensivo Argilli che ancora una volta è stato gigantesco ed ha guidato tutta la difesa a questa ennesima grande prova , dimostrando di essere un grande acquisto . Ora dopo cinque turni,è giunto il momento di tornare alla vittoria e, giocare contro una grande squadra come il Rimini, terzo in classifica , può dare sicuramente gli stimoli giusti per la grande impresa che sabato siamo convinti il Frosinone offrirà al suo pubblico. Gli otto punti di differenza in classifica dimostrano come nel campionato di serie B la classifica sia corta e, basta un risultato prestigioso, per accorciarla ulteriormente. Certo è che le potenzialità del Frosinone, specialmente dopo gli acquisti di gennaio, sono tali che può battere chiunque , ad una condizione però, che scenda sempre in campo cercando la vittoria e abbandonando tattiche attendistiche e di ripiego in difesa che nelle ultime partite hanno visto i gialloblù accontentarsi di risultati a nostro avviso appena sufficienti, e sicuramente non all'altezza delle belle prestazioni che hanno caratterizzato ed entusiasmato tutti nella prima fase del campionato.

Non DIMENTICHIAMO l'assurda morte di RACITI !

 

(R.S.)

 

 

divisorio

BILANCIO POSITIVO

(pubblicato lunedì 29 gennaio 2007)

 

Il girone di andata si è concluso con un pareggio a reti bianche contro il tenace Modena. E' perciò giunto il momento di fare un bilancio sul campionato di B che vede il Frosinone, per la prima volta, nell'elite nel calcio nazionale. Se ad inizio campionato avessimo chiesto a qualcuno un parere circa il posto occupato dai canarini a metà torneo, francamente non sappiamo quanti avrebbero azzeccato la previsione di una squadra saldamente piazzata a "centro classifica", forte dei suoi 28 punti, con una perfetta uguaglianza tra vittorie, pareggi e sconfitte.

Sorvolando su di una certa involuzione nel gioco che si è notata nelle ultime settimane possiamo affermare, senza timore di smentite, che fino a questo momento la stagione della società gialloblù è stata estremamente positiva. I sette punti che dividono il Frosinone sia dalla zona playoff che da quella playout, testimoniano la validità dell'organico messo a disposizione di Mister Iaconi dalla società, i cui sforzi economici non indifferenti tendono a voler dimostrare che Stirpe, Zeppieri e gli altri hanno tutte le intenzioni di fare del Frosinone una realtà stabile nel panorama del calcio Italiano. Per questo dobbiamo guardare con
fiducia al girone di ritorno che avrà il suo inizio sabato, di nuovo al Matusa, quando i canarini ospiteranno la Triestina che li precede in classifica di un solo punto . Potrebbe essere questo un incontro chiave, particolarmente adatto per far compiere ai nostri ragazzi il definitivo salto di qualità e far ritrovare quella tranquillità che ci sembra un pò smarrita nelle ultime partite (come è emerso anche in qualche episodio dell'incontro con il Modena).

E' pertanto il momento di dimostrare , lasciandosi dietro le spalle anche errori arbitrali clamorosi, che il Frosinone è più vivo che mai ed ha solamente bisogno di una salutare vittoria che è sempre stata la migliore medicina nel mondo del calcio.

Due parole le vogliamo spendere per i nuovi acquisti Argilli e Dedic. Il primo, giocando da difensore centrale, ha dimostrato che in coppia con Cannarsa sarà ben difficile per gli attaccanti di qualsiasi squadra avere la meglio su di loro,( e speriamo che Mister Iaconi nelle prossime partite punti stabilmente su questa coppia difensiva). Per quanto riguarda l'attaccante Sloveno, ci aspettiamo sabato di vederlo in campo sin dal primo minuto perchè, nella mezz' ora che ha giocato contro il Modena, ci è piaciuto tantissimo e ci sembra l'attaccante perfetto per fare coppia con Margiotta.

Poichè pare ci siano tutte le premesse per fare grandi cose a partire da sabato, perchè non sperare in una grande prova contro la Triestina ? Non sarebbe un bel modo per cominciare il girone di ritorno con slancio ed entusiasmo rinnovati ? L'attesa è legittima.

 

(R.S.)

 

 

 

divisorio

 

 

PENSARE in GRANDE !

(pubblicato giovedì 25 gennaio 2007)

 

Il nuovo acquisto di Dedic, grande annuncio delle ultime ore, dimostra proprio, se ancora ce ne fosse bisogno, che Stirpe, Zeppieri, e tutta la società, pensano veramente in grande. Dopo Argilli e Bocchetti l'acquisto dell'attaccante proveniente dal Parma ha un grande significato per le ambizioni della società nel campionato in corso, ma soprattutto svela le reali intenzioni del Presidente e dei suoi collaboratori per il futuro. Di fronte a uno slancio che oggi è vissuto con tutto il cuore, ma che già testimonia di una volontà di perseverare e di fare successivamente sempre meglio, si impone alla classe politica e a tutti coloro che occupano posti "decisionalmente" importanti, una dimostrazione di impegno che sia degna del lavoro che il Presidente e tutti i suoi collaboratori stanno svolgendo. Bisogna che sia ben chiaro che per stare nel calcio che "conta", avere uno stadio moderno, funzionale e comodo è imprescindibile, e pur con tutto l'amore per i grandi ricordi che ci legano al glorioso Matusa l'esigenza dello stadio nuovo, come sempre più spesso la società canarina sottolinea, è basilare se si vuole rimanere ad alto livello.

Per venire al calcio giocato è ora che il Frosinone torni alla vittoria e sabato ha la grande occasione per farlo contro il Modena, formazione che ci è sicuramente inferiore oltre che nel punteggio in classifica, anche nel gioco .E' nostro parere che bisogna ritrovare lo spirito di squadra che da qualche settimana sembra smarrito e, solo così, potrà tornare l'armonia che produce il bel gioco, e le conseguenti vittorie tanto necessarie per "veleggiare" alti nella scala dei punteggi.

Sabato l'incitamento del pubblico non mancherà e, come sempre, i supporters canarini faranno sentire la loro passione e il loro amore per i ragazzi in campo. In una simpatica intervista telefonica che il Mister Mondonico dell' Albinoleffe ha rilasciato a Massimetto Armellini e Rolando Mignini su RadioTeleMagia( 91.7mhz), dove ogni martedì sera si parla del "Frosinone Calcio e...... non solo", l'allenatore ha dovuto riconoscere alla tifoseria frusinate una impareggiabile spinta energetica a favore della squadra, tanto da svolgere un ruolo essenziale nel fare del Frosinone la vera rivelazione di questo campionato.

CLICCA QUESTO RIGO PER SCARICARE IL FILE-zip CON LE VOCI E LE DICHIARAZIONI DEI MISTER IACONI E MONDONICO (per gentile concessione di RTM)

Toccherà ora a giocatori e tecnici dare risposta concreta all'impegno e ai sacrifici che la società e i tifosi stanno donando al prestigio del calcio frusinate.

(R.S.)

divisorio

COSA SUCCEDE ?

(pubblicato martedì 16 gennaio 2007)

 

Certo, le partite delle squadre che sono dietro al Frosinone sono risultate praticamente tutte favorevoli al mantenimento della posizione di classifica tuttavia, stavolta bisogna proprio dirlo, qualcosa si è rotto nell'armonia di gioco del team gialloblù.
E pensare che sabato, contro il Crotone, la partita si era messa subito sul binario giusto con il settimo centro del sempre più convincente e trascinatore Massimo Margiotta. Da quel momento, però, come se il Frosinone si fosse sentito ormai sicuro dì vincere l'incontro , ha deciso di gestire un risultato per niente rassicurante contro una compagine, quella calabrese, dotata di individualità che hanno messo in difficoltà per 90 minuti i nostri giocatori, sfiorando più volte il gol del vantaggio, che con la consueta bravura Zappino ha negato.
Dopo la sosta natalizia e la pessima figura di Treviso, ci aspettavamo sicuramente un ritorno al bel gioco e alla vittoria , ma abbiamo notato anche alcuni atteggiamenti in campo che non sono certo rassicuranti per il futuro del campionato, e che tutto testimoniano meno che un buon affiatamento. Mister laconi dovrà lavorare anche su questi aspetti caratteriali perchè la serenità del gruppo è basilare per raggiungere i risultati sul campo. Ora, tecnico e giocatori, devono rimboccarsi le maniche in vista delle impegnative partite che li attendono , ma anche la società deve operare sul mercato per apportare i correttivi atti a rinforzare la rosa disponibile per il tecnico e, a questo proposito, pur giocando solamente 15 minuti ci è sembrato ottimo l'innesto dell'esperto Argilli nel centrocampo frusinate. La partita di sabato contro I'Albinoleffe di Mondonico è un banco di prova durissimo perchè la compagine lombarda ha subito una sola sconfitta come la Juventus e subisce pochissimi goals. Ma se rivedremo il Frosinone che lotta e gioca come eravamo abituati a vedere fino a un mese fa, il risultato sarà positivo senza alcun dubbio e affronteremo le due successive e consecutive partite casalinghe con lo spirito e lo slancio giusto.

(R.S.

 

divisorio

RITORNO IN CAMPO

(pubblicato martedì 9 gennaio 2007)

 

Le vacanze per i giocatori sono finite già da qualche giorno, ma l'attesa dei tifosi per la ripresa del campionato va di giorno in giorno crescendo, in parallelo con le aspettative per le notizie che arrivano da Milano, dove il Presidente Maurizio Stirpe e il General Manager Graziani, sono attivissimi protagonisti. La dimostrazione viene proprio dai primi due colpi messi a segno dalla società canarina: Argilli e Dedic. Il primo è un centrocampista di grande esperienza, disponibile da subito, che siamo certi darà al reparto Frusinate l'esperienza e il dinamismo necessari per questa seconda parte di stagione; Dedic, invece, che è un giovane del 1984, che ha già grande esperienza e che rinforzerà il reparto offensivo per la prossima stagione, da Parma arriverà a Frosinone nel mese di Luglio.

Il mercato del Frosinone, stando alle indiscrezioni che arrivano da Milano, non si fermerà quì, e la rosa a disposizione del tecnico Iaconi sarà ulteriormente potenziata, proprio per consentire alla nostra squadra di confermarsi come la "grande sorpresa" del campionato, e anzi di migliorare ancora il suo piazzamento nella classifica finale della serie B.

Con queste premesse giocatori e tifosi aspettano con grande fervore la partita di sabato contro il Crotone, squadra che pur essendo a 9 punti di distacco dai canarini, è da considerarsi estremamente pericolosa per il carattere e il vigore che mette in campo tutte le settimane.

Anche noi a onor del vero, e dicendo "noi" pensiamo veramente di interpretare il sentimento di tutti, ci aspettiamo una grande prova dell'undici frusinate, che sappiamo essere seconda a nessuno in generosità e carattere. Una prova ampiamente soddisfacente contribuirebbe a far dimenticare meglio la disavventura di Treviso, e aumenterebbe lo slancio che speriamo ci accompagni in tutta la seconda metà del campionato.

(R.S.)

 

 

 

divisorio

 

UNA BRUTTA SERATA

(pubblicato sabato 23 dicembre 2006)

 

Con buona probabilità i nostri ragazzi erano già con la testa alle vacanze natalizie: solo così ci riusciamo a spiegare la prova incolore e deludente di Treviso. Mai avevamo visto il Frosinone fuori partita e con nessuna chanche di raggiungere il pareggio contro una formazione, quella trevigiana che, come dimostra la classifica è assolutamente inferiore ai canarini. Certamente le assenze hanno pesato, come pure la stanchezza di alcuni elementi chiave che si era già manifestata nelle ultime partite ma, dobbiamo assolutamente riconoscere, che ieri sera il Frosinone non ha rappresentato neanche l'ombra della squadra che viene indicata come la "matricola terribile" del campionato.
Sia ben chiaro però che una serata che va' storta non può cancellare questi mesi fantastici che i ragazzi del presidente Stirpe hanno regalato alla città e agli sportivi ciociari. Siamo certi che alla ripresa, il 13 gennaio contro il Crotone, rivedremo il Frosinone che conosciamo, entusiasmante e divertente, che saprà portare a termine la seconda parte della stagione con la stessa continuità di risultati che ha caratterizzato gli incontri fino a questo momento. In conclusione da parte nostra vogliamo fare gli auguri di buone Feste a tutti, incontrandoci ancora alla ripresa del campionato,
che ci aspettiamo spumeggiante e rinnovato con la forza e l' energia di sempre e......................, naturalmente..................... FORZA FROSINONE !

 

(R.S.)

 

 

 

divisorio

 

 

MISSIONE COMPIUTA

(pubblicato mercoledì 20 dicembre 2006)

 

 

Come era facile prevedere non è stato agevole avere la meglio sul Verona tuttavia, ed è bene sottolinearlo, vincere non senza qualche sofferenza, è ancora più bello !
Quando sembrava che oramai non ci fosse piu niente da fare e le lancette dell'orologio si avvicinavano inesorabilmente verso lo scadere del recupero accordato dal sig. Lops, lo scambio volante Castillo - Fialdini, faceva esplodere il Matusa in quello che è stato un vero e proprio urlo liberatorio: VITTORIA
Questi ragazzi non mollano mai , ma pur non disputando una grandissima partita , hanno dimostrato ancora una volta che la loro voglia di vittoria è incontenibile e la tenacia
che esprimono durante i 90 minuti lascia sempre sperare nel fatto che nessun risultato è precluso prima del triplice fischio finale dell'arbitro. I complimenti meritati vanno a tutti: dal tecnico laconi che ancora una volta ha indovinato i cambi inserendo gli uomini giusti al momento giusto, ai gìocatori che, nessuno escluso, hanno dato in campo tutto quello che potevano pur di arrivare alla vittoria. Come sempre poi non bisogna dimenticare il pubblico frusinate che ha incitato ininterrottamente i gialloblù facendo da dodicesimo uomo in campo, come sottolineato più volte anche dal telecronista di Sky. La classifica premia questa squadra, a dispetto di molti critici che erano scettici sulla reale forza del Frosinone. Essa si trova meritatamente a 25 punti , e a contatto con tutte le squadre che lottano per i playoff . A questo punto, fermo restando che l'obiettivo principale rimane sempre la salvezza, possiamo dire tranquillamente che il Frosinone oltre ad essere la vera rivelazione del campionato, se la può giocare alla pari con tutte le altre formazioni, perché non le manca nulla e perchè è capace di esprimere un calcio piacevole e molto redditizio.
Ora si torna in campo venerdì sera a Treviso contro una squadra agguerrita perchè impegnata nella lotta per la retrocessione. Ci vuole quindi grande impegno e concentrazione prima della meritata sosta Natalizia che veramente, e non è retorica affermarlo, sia i giocatori che i tecnici hanno ampiamente meritato. Ciò restituirà a tutti una forte ricarica delle batterie e, dal 12 gennaio confidiamo tutti di tornare a vivere questa meravigliosa avventura con lo stesso entusiasmo.

 

(R.S.)

 

 

divisorio

 

SCONFITTA IMMERITATA

( pubblicato: martedì 19 dicembre 2006)

 

 

 

Non è nostro costume cercare scuse e giustificazioni per una sconfitta sul campo,ma non si può non sottolineare il pessimo arbitraggio che il Sig. Mazzoleni ci ha fatto vedere sabato pomeriggio, fischiando assolutamente a senso unico ed impedendo di giocare ai gialloblù nel secondo tempo.
Questo fatto però, certo non solleva i ragazzi di laconi da qualsiasi responsabilità, pure se va riconosciuto che, prendere un gol dopo 40 secondi , significa rovinare il progetto tattico preparato per la partita nella intera settimana precedente Nonostante lo sfavorevole inizio, con la solita tenacia, il Frosinone era rientrato in partita col suo miglior realizzatore, Lodi. Anche dopo il rigore inventato dall'arbitro il Frosinone ha saputo, con Margiotta, rimettere il risultato nella giusta proporzione.
Nel secondo tempo pur controllando la partita, i nostri non sono riusciti a segnare quel gol che ci avrebbe regalato il meritato pareggio contro il Genoa, che ha interpretato la partita da provinciale imbottendo di difensori e centrocampisti la squadra, per contenere gli attacchi dell'undici gialloblù. Ora non bisogna abbattersi troppo per questo passo falso, perchè la squadra avrà la possibilità di rifarsi già martedì sera quando al Matusa, scenderà il Verona .E' una grande occasione che non ci lasceremo sfuggire per riprendere ad accumulare i punti necessari a conservarci nella parte alta della classifica in assoluta tranquillità..

 

(R.S.)

 

 

 

divisorio


TUTTI A GENOVA !

( pubblicato:giovedì 14 dicembre 2006)

 

 

Sarà sicuramente una carovana quella dei supporters che sabato accompagneranno la squadra del Frosinone a Genova.
Oramai l'entusiasmo della tifoseria è incontenibile, e ciò è dovuto alle grandi prove di valore che i giocatori stanno dando su tutti i campi d'Italia.
Anche a Marassi, ne siamo sicuri, con la giusta concentrazione e con il consueto spirito di squadra, al 90° minuto, il risultato sarà soddisfacente. Al cospetto della "quarta Grande" presente in questo straordinario campionato di serie B, il Frosínone dovrà ripetere le prove già sostenute contro Juve , Bologna e Napoli, senza timore reverenziale e dando prova di quella maturità che la critica unanimemente riconosce agli uomini giallo-azzurri, individuando nel Frosinone la vera squadra rivelazione del torneo. Non nascondiamo che la partita è di quelle complicate per l'ambiente e la forza oggettiva del Genoa che, sin dalla prima giornata, veleggia nelle primissime posizioni della dassifica,
ma ugualmente siamo certi del fatto che, anche questa volta, lo staff tecnico studierà al meglio la partita e saprà trovare la formazione migliore da mettere in campo,
e le giuste contromosse per arginare la corazzata rossoblu'.
Pertanto FORZA RAGAZZI, fateci vivere un altro pomeriggio di grande calcio.

 

(R.S.)

 

 

divisorio

 

 

La più BELLA di TUTTE

( pubblicato:martedì 12 dicembre 2006)

 

Potrà apparire come un paradosso affermare che quella di sabato contro il Brescia, sia la piu bella vittoria tra quelle ottenute dal Frosinone in questa prima parte del campionato.
Questo lo scriviamo perchè riteniamo sia corretto sottolineare che non abbiamo giocato una grande partita come in altre occasioni, abbiamo avuto un pizzico di quella fortuna che altre volte avevamo avuto contro ma, proprio quando sembrava che la partita potessimo addirittura perderla, il coraggio ed il cuore di questi ragazzi ha dato vita ad un'azione dì contropiede
magistrale
che ha portato al gol della vittoria Jimmy Fialdini che, comunque era stato il migliore in campo fino a quel momento.Bisogna dare anche merito al Mister Iaconi che, proprio nei
momenti più difficili dello scontro, quando il Brescia aveva la partita in mano, ha "indovinato" tutti i cambi, ridisegnando la squadra nella maniera migliore per potersi opporre alla forza del Brescia che, specialmente nel secondo tempo, ci ha impressionato.
Una menzione speciale va questa volta a Massimo Zappino, portiere troppo spesso criticato ma che anche questa volta è risultato fondamentale e decisivo per la conquista dei tre punti con una prestazione impeccabile e spettacolare. Prevediamo per lui un futuro importante specialmente se, in qualche occasione, saprà frenare il suo istinto esuberante. La classifica è davanti agli occhi
stupiti e ammirati di tutti gli sportivi della nostra provincia e, il "miracolo Frosinone", comincia a richiamare anche l'attenzione della ribalta nazionale. Ciononostante, anche dopo quest'ultima vittoria che la squadra ha saputo incastonare come una gemma preziosa nella memoria dei suoi tifosi, bisogna mantenere i piedi per terra e continuare a giocare così perché, se pure è vero che sognare non costa niente, a volte accade che i sogni si avverino e, di sogno in sogno, è difficile prevedere.......fin dove si può arrivare.

SEMPRE FORZA FROSINONE

 

 

 

CANARINI contro RONDINELLE

 

La partita di sabato contro le "rondinelle" bresciane, ha un'importanza speciale per i nostri ragazzi. Diciamo innanzitutto che, dal punto di vista puro e semplice del posizionamento in classifica, una eventuale ed auspicabile vittoria finale farebbe fare alla squadra del Frosinone un salto in avanti, che la proietterebbe definitivamente nell'elite del campionato associandola, di fatto, alle altre grandi squadre che fanno, della serie B di quest'anno, un torneo piacevole ma molto difficile. Inutile forse sottolineare come poi, dal punto di vista del morale, acquisire il massimo dei punti in questo scontro, avrebbe un grandissimo impatto e sancirebbe, in modo definitivo, la leadership che il Frosinone sta' affermando partita dopo partita.
Certo è che per la partita di sabato pomeriggio, ci aspetta una squadra di quelle "toste", il Brescia, che arriva a Frosinone con addosso la rabbia per aver subito il clamoroso torto arbitrale di lunedì sera a Lecce. E' questo un fatto che, unito all'oggettiva forza della compagine guidata dal tecnico pontino Somma, fà sì che il Frosinone dovrà disputare l'ennesima grande prova tra le mura amiche del Matusa, giocando con la giusta determinazione e concentrazione per evitare, come ha giustamente sottolineato Iaconi a Napoli nel post-partita, quegli errori che poi determinano risultati inferiori rispetto alla mole di gioco e alle occasioni che il Frosinone nei 90 minuti sviluppa.

Inoltre, poichè l'intera storia dello sport sta' a dimostrare che sulle ali dell'entusiasmo, nessun risultato può essere precluso a priori, se i ragazzi di Mister Iaconi continueranno a "mantenere i piedi per terra" e stabiliranno il loro punto fermo nell'equilibrio e nella esatta coscienza della propria forza, potranno attendersi ancora grandi soddisfazioni, meritando in pieno tutto l'affetto e l'amore che la città sta' dimostrando nei loro confronti.

Ora e sempre FORZA FROSINONE !

 

(R.S.)

divisorio

 

 

A testa alta

Di ritorno da Napoli

 

Lo avevamo scritto, nella presentazione della partita da disputare a Napoli, che l'impresa era vicina, ma non pensavamo che il Frosinone giocasse una così bella partita e che la grande vittoria la vedesse sfumare solo negli ultimi minuti. E' stata certamente la migliore partita esterna giocata dagli uomini di laconi, considerando la forza
dell'avversario e l'ambiente ostile,con una personalità , una grinta e una
dimostrazione di affidabilità che ora più che mai fa' , della c o m p a g i n e F r u s i n a t e la vera
rivelazione del torneo.


La sicurezza di Zappino, l'oramai granitica coppia centrale Cannarsa - Pagani,
un centrocampo orchestrato con saggezza e precisione dal rientrante Anaclerio, la classe di Lodi, sono la spina dorsale di questa squadra che sta' dimostrando, su ogni campo, di giocarsela alla pari con tutte le avversarie che il calendario le pone davanti.
A questo punto del campionato non bisogna più porsi dei limiti ma, giocando con la giusta umiltà, ogni traguardo può essere raggiunto e i conti si faranno alla fine, tenendo sempre presente che tutto quello che verrà sarà frutto della volontà e del coraggio che la società e la squadra, con l'apporto dell'impareggiabile tifoseria, ogni settimana stanno dimostrando. E' vero che dopo il rigore trasformato da Lodi avevamo creduto di avercela fatta, ma sappiamo che l'appuntamento con la grande vittoria è solamente rinviato, e già sabato al Matusa contro il Brescia, la squadra del Presidente Stirpe ci farà vivere un altro pomeriggio di gioia .

(R.S.)

 

 

 

 

 

 

Ultime da Napoli

Napoli 1 Frosinone 1

(Lodi al 75' - Bogliacino 83')

 

GRAZIE al FROSINONE

e ALLE CENTINAIA di TIFOSI in trasferta

Il Napoli non perde al San Paolo da oltre due anni (Napoli-Chieti 1-2 / 31 ottobre 2004) e, solo per un soffio, non è toccato al Frosinone infrangere questo primato di inviolabilità. Le occasioni non sono certo mancate, ne' gli eccessi della tifoseria napoletana (l'arbitro Orsato ha dovuto sospendere due volte la gara per lancio di petardi in campo), sono valsi ad innervosire o intimidre più di tanto la compagine giallo-azzurra. Anche se il goal messo a segno da Lodi, è scaturito da un potente calcio di rigore che ha trafitto senza scampo il portiere Iezzo,(rigore tra l'altro ben meritato per un fallo su Castillo dell'espulso Maldonado) il Napoli, apparso a tratti confuso e appannato, non può certo andare orgoglioso di una giornata che, ancora una volta, ha visto la squadra di Iaconi protagonista di prima fila, e assoluta dominatrice del campo di gioco. .

 

 

 

 

 

Pronti per l'impresa

Al campionato del Frosinone finora stupendo e, se vogliamo, superiore alle aspettative, secondo noi manca qualcosa: LA GRANDE IMPRESA.

L'abbiamo sfiorata a Torino, è giunto il momento di farla, e il San Paolo di Napoli è il posto giusto. La sicurezza, la grinta e il bel gioco espressi settimanalmente dai ragazzi diIaconi ci fanno ben sperare. Il fatto, poi, che il Napoli occupa attualmente il primo posto in classifica, può rappresentare lo stimolo giusto per la squadra, spingendola a cercare e a centrare il grande risultato. Inutile dire che una peformances di tale portata renderebbe il girone di andata già esaltante, veramente indimenticabile, e inciderebbe in pieno diritto la storia di questa squadra e di questi uomini, negli annali del calcio.

Con il recupero degli squalificati Ischia e Anaclerio la rosa è quasi al completo e, MisterIaconi, che sta' dimostrando di saper preparare al meglio ogni incontro, anche stavolta sceglierà gli uomini giusti da contrapporre agli azzurri partenopei.La partita è certamente difficile, e tutti ne siamo ben coscienti. Abbiamo anche constatato, in queste ultime giornate, che il Napoli è una squadra molto forte, ma anche piuttosto fortunata. Certo è che se il FROSINONE, sarà nelle condizioni di ripetere una prova all'altezza di quelle già disputate quest'anno, ne' l'ambiente, ne' la forza dell'avversario,, ne' un eventuale arbitraggio sfavorevole, potranno impedire alla squadra di tornare a casa con un buon bottino.

FORZA RAGAZZI ! Andiamo a Napoli, a scrivere un'altra pagina di questa meravigliosa avventura.

( R.S.)

 

 

 

 

FROSINONE - MANTOVA

Diciamolo subito: e' stata una gran bella partita !

 

I nostri ragazzi hanno sfiorato la quarta vittoria consecutiva tra le mura amiche del Comunale, giocando una grande partita contro la miglior squadra ospitata in casa fino a questo momento.

Il Frosinone ha giocato a viso aperto e alla pari con i lombardi. Inoltre, avendo avuto certamente le sue chances di vittoria, ha dimostrato ancora una volta che se la può giocare con tutte le formazioni del campionato, senza nessun timore reverenziale ed anzi dimostrando una voglia di vittoria inesauribile. La spinta del pubblico, che ieri ha sicuramente rappresentato il dodicesimo uomo in campo, è stata eccezionale ed i ragazzi hanno risposto con una prestazione maiuscola: se la "magia" di Castillo, nel finale di partita, fosse andata a buon fine, sarebbe stato il giusto premio allo sforzo congiunto della squadra e della sua eccezionale tifoseria.

Dopo un inizio favorevole per gli ospiti, il Frosinone dimostrando la consueta personalità, ha preso in mano la partita con il suo gioco corale e ordinato. Ottime le prove dei due centrali di centrocampo Rimoldi e D'Antoni, il quale ha pure sfiorato il gol in due occasioni con tiri da fuori area. La migliore occasione del primo tempo però l'ha avuta allo scadere Lodi sul sinistro con palla che ha sfiorato la traversa a portiere battuto, mancando per poco il giusto premio ad un grande finale di "tempo", che ha visto i canarini sottomettere con autorità la compagine mantovana.

Il secondo tempo è cominciato come era finito il primo, con i ragazzi di Iaconi all'attacco e il rigore, fischiato per il fallo commesso ai danni di Fialdini, è stato la logica conseguenza della supremazia del Frosinone che si è concretizzata con la perfetta esecuzione del bomber Margiotta. E' indescrivibile con parole, lo spettacolo fornito dal pubblico del Matusa nel momento del vantaggio, ma la reazione del Mantova è stata veemente e, grazie ai nuovi innesti che il mister Di Carlo ha effettuato al 71°, il Mantova ha raggiunto un pareggio che, tutto sommato, appare giusto per quanto si è visto nell'arco dei 90 minuti.

Il Frosinone deve essere orgoglioso di questo risultato che in ogni caso muove la classifica, e ci mantiene nella parte alta della stessa, con grande soddisfazione per lo spirito. Tutti ci attendiamo che la grinta e il bel gioco che Fialdini e compagni ci offrono puntualmente, rendendoci fieri di essere tifosi di questa magnifica realtà rappresentata dalla squadra guidata dal Presidente Stirpe e da Ivo Iaconi, ci accompagneranno per tutta la stagione.

FORZA RAGAZZI ! CONTINUATE COSI', LA CITTA' E LA TIFOSERIA SONO CON VOI !

 

 

 

 

..:: FROSINONE - BARI _____________________1-0 ::..

Spesso parlando di grandi campioni si dice che una loro giocata valga il prezzo del biglietto. Oggi è successo a Frosinone in occasione del gol della vittoria al 14° del primo tempo, un'azione corale, tutta di passaggi di prima, e magnificamente conclusa di testa da DI VENANZIO che un osannato campione oggi non è. Ma i tifosi si sono spellate le mani per applaudire quella splendida azione, e non importa se poi sono stati aiutati un pò dalla dea bendata. A noi invece preme rimarcare come Frosinone stia diventando sempre più una piacevole realtà, che sta coinvolgendo in questa bella storia anche la città e tutta la Ciociaria.

 

 

 

divisorio

 

 

 

Italia Under21-Repubblica Ceca

0 - 0

 

PUBBLICO DELLE GRANDI OCCASIONI A FROSINONE PER ACCOGLIERE DEGNAMENTE GLI AZZURRINI UNDER 21 IMPEGNATI CON I PARI ETA' DELLA REPUBBLICA CECA. Primo tempo avaro di conclusioni a rete ed abbastanza equilibrato nel gioco ......... , con i big, (CURCI, CHIELLINI, ROSINA e PAZZINI su tutti) impegnati soprattutto a non rischiare le gambe.

Nella ripresa invece, gli uomini di Casiraghi hanno preso il sopravvento creando numerose occasioni da rete e pregevoli azioni, nelle quali si è spesso distinto il gioiellino di casa LODI (lungamente applaudito dai tifosi).

Al di là dell'evento sportivo, cresce la sensazione che FROSINONE stia diventando una piazza importante del calcio nazionale e, ieri sera, davanti a milioni di spettatori (diretta su RAITRE), ha dimostrato una maturità ed un entusiasmo che lasciano ben sperare per il futuro della squadra e della città.

 

^ Torna a inizio pagina